Highest quality for your skill

L'automazione per la grande produzione

L'automazione per la grande produzione
L'automazione per la grande produzione

Henraux ha tracciato una lunga storia nel comparto del marmo, da duecento anni a questa parte è Leader mondiale nella coltivazione, escavazione e lavorazione di materiali lapidei. L’alto profilo che caratterizza l’azienda di Querceta di Seravezza (LU) nell’architettura, nel design e nell’arte, la porta a giocare un ruolo rilevante nei mercati internazionali.

Il Presidente e Amministratore Delegato, Paolo Carli, in un’intervista rilasciata nel 2019 dichiarò che: “la tecnologia è fondamentale e unirsi ad un gruppo (come Donatoni) che sappia fare tecnologia avanzatissima è necessario per progredire e sviluppare nuove soluzioni in base alle esigenze di produzione”. 

Questa affermazione indica come l’azienda abbia compiuto un nuovo e importante passo verso il futuro, dettato dalla necessità di automatizzare ulteriormente il processo produttivo per la realizzazione di rivestimenti e pannelli in marmo e pietra destinati a grandi progetti architettonici, oggetti di design e opere d’arte.

L’installazione della nuova multifunzione KSD-1, una macchina nuova e unica nel suo genere, è il risultato di come Henraux abbia creduto nella collaborazione con Donatoni e di come abbia orientato il proprio percorso verso tecnologie innovative, tanto da essere divenuta parte integrante nel processo di sviluppo di questa nuovo impianto. L’esperienza acquisita da Henraux nella realizzazione di progetti architettonici, unita alla capacità di Donatoni di recepire le necessità del cliente, ha creato i presupposti per lo sviluppo di soluzioni innovative integrate e rivoluzionarie per il settore. 

Ma andiamo nel dettaglio. Cos’è la KSD-1 e perché multifunzione? 

KSD-1 è una macchina CNC che utilizza alcune delle tecnologie dei centri di lavoro e delle frese a ponte per realizzare predisposizioni per il fissaggio di lastre, pannelli e rivestimenti in marmo, pietra, granito, ceramica per le facciate di edifici in applicazioni esterne ed interne.  È un apparato multifunzione che effettua una serie di lavorazioni in sequenza quali: il kerf, la fresatura, la foratura cieca, laterale e superiore e lo smusso, senza la necessità di passare il pezzo da una macchina all’altra, automatizzando così il processo di lavorazione. Il tutto è reso possibile dalla presenza di due ponti indipendenti, dotati ciascuno di un elettromandrino ISO 40, di un magazzino utensili e dal software nativo dedicato, realizzato da Donatoni, che permette di programmare in sequenza diverse tipologie di lavorazioni su lastre con spessore fino a 100 mm e con dimensioni minime di 210 x 210 mm e massime di 1500 x 2000 mm. 

L’incontro tra due realtà produttive che portano con sé importanti know-how nel proprio settore ha reso possibile la messa in opera della KSD/1, le cui caratteristiche di semplificazione e velocità nella lavorazione del marmo e dei lapidei erano inimmaginabili prima di questo significativo e produttivo connubio tra Henraux e Donatoni.