Highest quality for your skill

Donatoni Macchine al Salone del Mobile 2019

Donatoni Macchine al Salone del Mobile 2019 - 12.04.2019

Come ogni anno nel mese di aprile a Milano si svolge la fiera più importante a livello mondiale dell’arredo e del design, il Salone del Mobile.

Anche quest’anno noi di Donatoni Macchine abbiamo voluto essere presenti, come visitatori, per capire i nuovi trend di mercato e vedere come il marmo e la pietra vengono utilizzati da designer, architetti ed aziende per arredare e impreziosire case, edifici e spazi pubblici.

Il marmo e la pietra rimangono i materiali per eccellenza utilizzati dai marchi del lusso più prestigiosi per creare le superfici di tavoli, tavolini e arredo bagno o per la realizzazione di texture di qualunque tipo, geometriche piuttosto che irregolari o arrotondate. In particolare abbiamo notato un crescente utilizzo della pietra per la realizzazione di oggetti di arredo di piccole e medie dimensioni, come lampade, contenitori di qualunque tipo e forma, mensole, vasi ed altri oggetti di uso comune. Fino a 10 anni fa il marmo era relegato a un ventaglio limitato di applicazioni, mentre oggi grazie alle nuove tecnologie di lavorazione, in particolare i macchinari CNC, possiamo permetterci di realizzare oggetti che in precedenza venivano fatti manualmente.

Alla pietra si affiancano materiali tradizionali come la radica, il vetro ed il cristallo che rientrano nelle nuove collezioni per creare giochi di contrasto tra materiali e colori nell’arredo.

Ci fa piacere vedere che sono sempre più numerose le aziende del settore lapideo presenti come espositori, aziende che hanno intrapreso un percorso di sviluppo che le porta ad essere non solo aziende di marmo ma anche aziende di design.

Visitando i vari stand e le diverse aree, ci siamo resi conto che la grande capacità tecnologica dei macchinari CNC non sempre viene espressa a pieno nella realizzazione di oggetti di arredo.

Il nostro invito ad osare di più con la pietra non è rivolto tanto alle aziende del settore lapideo quanto ai committenti, i quali dovrebbero spingersi oltre le solite soluzioni e sviluppare progetti anche ambiziosi che consentano di mettere in risalto la bellezza e l’unicità del marmo e della pietra in genere.